Amianto: cos’è e dove si nasconde

L’asbesto, più comunemente detto amianto, è un insieme di minerali che, come è risaputo, può costituire un serio problema per la salute.

Per comprendere meglio quando e perché la presenza di amianto nelle case o nei fabbricati rappresenta un pericolo reale, è bene conoscere meglio quali sono le caratteristiche di questa sostanza.

Amianto o Asbesto un minerale che si trova anche in natura

 L’amianto è un materiale che è stato a lungo utilizzato nelle opere edilizie ed è composto da un insieme di minerali naturali soprattutto appartenenti alla famiglia dei silicati.

Presente in natura in maniera inerte e forma compatta in molte parti del pianeta, l’amianto è facilmente estraibile dalla roccia madre che lo ingloba attraverso la macinazione e arricchimento.

Questo significa che, di per sé, l’asbesto non è sempre pericoloso: è la struttura fibrosa dell’amianto ad essere un vantaggio e un rischio.

La fibrosità, infatti, è alla base della flessibilità e della resistenza meccanica del materiale, ma fa sì che l’asbesto possa, con l’usura, rilasciare fibre di dimensioni infinitesimali altamente cancerogene se inalate.

Coperture, pannelli, cemento-amianto e pavimenti: dove si trova l’amianto?

Benché oggi utilizzare amianto nell’industria edile sia illegale, è pur vero che in costruzioni più datate, la presenza di cemento-amianto potrebbe essere rilevante.

L’amianto, infatti, non solo veniva utilizzato in costruzioni civili e impianti industriali per la realizzazione di pannelli Eternit per coperture, ma anche per rivestimenti isolanti delle tubature, pavimenti in vinil-amianto, guarnizioni di caldaie, stufe o apparati elettrici e macchinari.

Scopriamo, quindi, che la presenza di asbesto potrebbe essere ben più diffusa di quanto ci si potrebbe aspettare e che, dunque, per riuscire a censire l’amianto presente in un edificio siano necessari controlli specifici ad opera di professionisti qualificati come CL Coperture.

Censimento dell’amianto: valutare se è pericoloso e intervenire nel modo più adeguato

Oltre alle tettoie in Eternit, dannose e illegali, quindi, l’amianto può trovarsi in altre parti delle costruzioni ed è essenziale censirlo, non solo per rispettare gli obblighi di legge, ma anche, se non soprattutto, per proteggere la salute propria e degli altri.

È dunque necessario che il proprietario di edifici contenenti amianto contatti il proprio comune, ma anche che un cittadino segnali l’eventuale presenza di questo materiale in proprietà altrui.

A seguito della segnalazione, però, è sempre necessario un accertamento tecnico che può essere effettuato da imprese che, come Cl Coperture, siano in grado di valutare il grado di pericolosità dell’amianto eventualmente friabile, per procedere agli interventi di bonifica e rimozione più adatti a ciascun caso specifico.

Comments are closed.