Come eliminare i ponti termici

4 soluzioni efficaci per eliminare o limitare la dispersione termica

I ponti termici sono quelle aree dell’involucro edilizio in cui il flusso di calore tra interno ed esterno risulta maggiore rispetto al resto della struttura. Abbiamo avuto già modo di approfondire l’argomento nel nostro articolo Ponti termici: cosa sono, Oggi parleremo di tutte le soluzioni per eliminarli definitivamente e migliorare il consumo energetico dell’edificio e ridurre drasticamente il pericolo di comparsa della muffa.

Eliminare i ponti termici: isolamento a cappotto esterno

Scegliere di intervenire con un isolamento a cappotto esterno consente di operare significativamente sui ponti termici. Si tratta di un sistema di coibentazione costituito da elementi isolanti prefabbricati applicati sulla facciata esterna dell’immobile mediante incollaggio oppure fissaggio meccanico. La nuova struttura viene poi rivestita con uno o più strati di rasatura.

È un intervento piuttosto complesso e invasivo da attuare in fase di ristrutturazione edilizia. Nonostante questo, risulta essere il metodo più efficace e risolutivo perché consente di eliminare la disomogeneità dei vari materiali (una delle cause principali della formazione di ponti termici).

Qualora l’isolamento a cappotto esterno debba essere eseguito sulla facciata di un condominio è necessario intervenire su tutto lo stabile. Non sono possibili interventi sulle singole unità abitative.

Eliminare i ponti termici: rifacimento strutturale

Un altro intervento utile ad eliminare i ponti termici, sicuramente ancora più invasivo e complesso dell’isolamento a cappotto esterno, è il rifacimento strutturale. In questo caso si procede con la demolizione controllata della porzione dell’involucro edilizio in cui è presente il problema e la conseguente ricostruzione. In genere questo sistema è consigliato quando i ponti termici sono presenti in balconi, aggetti e sporgenze: parti dell’involucro edilizio in cui l’isolamento a cappotto termico esterno non risulta applicabile.

Eliminare i ponti termici: sostituzione degli infissi

Se tramite l’analisi termografica dell’edificio si rileva che i ponti termici si trovano in prossimità di finestre e portefinestre è possibile procedere con la sostituzione degli infissi optando per soluzioni ad alta efficienza energetica, con vetri termoisolanti e realizzati con strutture a bassa conducibilità termica.

Per la sostituzione degli infissi è possibile usufruire degli incentivi fiscali previsti dall’Ecobonus 2018.

Eliminare i ponti termici: intonaci per esterni deumidificanti e anticondensa

Se siete alla ricerca di una soluzione che sia localizzata e poco invasiva per eliminare i ponti termici prendete in considerazione gli intonaci deumidificanti da applicare sulla superficie interessata.

Ne esistono di varie tipologie:

  • intonaco deumidificante pressurizzato – asciuga la superficie dall’umidità e la trasporta verso l’esterno grazie a una struttura alveolare a cellula aperta macroporosa
  • intonaco deumidificante anticondensa con capacità termoacustiche
  • intonaco deumidificante antimuffa a base acquosa da applicare per detergere e igienizzare superfici degradate

Queste soluzioni però non eliminano i ponti termici ma sono dei palliativi che limitano in modo non sempre efficiente la formazione di fenomeni di condensa e di muffa.

Comments are closed.