Copertura a padiglione: cos’è e quando usarla

Facciamo chiarezza su cosa sia la copertura a padiglione e quando viene impiegata.

Cos’è la copertura a padiglione

La copertura a padiglione è un tipo di tetto con falde spioventi che vanno a ricoprire l’intero edificio. La sua funzione è di proteggere dal caldo, dal freddo e dalle precipitazioni atmosferiche. Questo tipo di copertura richiede un grande lavoro tecnologico e un’attenzione particolare per il progetto del tetto comprensivo dell’analisi delle caratteristiche dello stesso. Ma da cosa è costituita tale copertura? Una copertura a padiglione comprende sempre una linea di gronda, linee di compluvio e di displuvio ed una linea di colmo. La falda è l’elemento più importante in quanto è indispensabile per l’inclinazione. La caratteristica principe di questo tipo di tetto è la sua pendenza molto accentuata, che consente il cosiddetto “effetto camino” della ventilazione, ovvero l’allontanamento veloce delle acque e lo scarico dei pesi. Per tale motivo la copertura a padiglione è particolarmente adatta nelle zone soggette a nevicate frequenti e nelle aree ventose.

Quali rivestimenti usare per il tetto a padiglione

Il tetto a padiglione può essere ricoperto con vari tipi di materiali. Molto diffuso nei paesi dell’Est e del Nord Europa è il legno in quanto estremamente resistente. Infatti può durare fino a 5-10 volte in più rispetto alle tegole tradizionali. Questo materiale è inoltre biodegradabile ed è dunque perfettamente in linea con la concezione di architettura sostenibile e rispettosa dell’ambiente diffusa in queste aree. Il tetto a padiglione può venire rivestito anche da una copertura in bitume che, a differenza del legno, ha un prezzo contenuto ed è facile da installare. Infine per il tetto a padiglione si possono impiegare le tegole in laterizio, che sono disponibili in diversi colori e non sono soggette a particolare usura tranne la loro spiccata fragilità.

Come effettuare il calcolo del volume del tetto a padiglione

Il calcolo del volume di un tetto a padiglione può essere complicato quindi potrà essere necessario affidarsi ad un calcolatore online (o meglio ancora affidarsi a un professionista). In precedenza bisognerà raccogliere alcuni dati. Il più importante è la misura della pianta del tetto ovvero delle pareti interne della casa, il loro spessore e la sporgenza tra tetto e pareti. Dopodiché si dovrà controllare l’altezza delle stesse, il loro parallelismo e le diagonali per verificare che siano ortogonali tra di loro. Inoltre per il calcolo del volume del tetto a padiglione dovremo possedere le seguenti informazioni: l’altezza del tetto nel punto più alto, il suo angolo su ciascun lato della rampa, la lunghezza delle travi in diagonale, il loro spessore e la distanza tra una trave e l’altra.

Comments are closed.