Insonorizzare casa

Insonorizzare pareti, pavimenti e soffitti?Ecco come fare secondo CL Coperture.

Se vogliamo proteggerci dai rumori indesiderati, almeno quando siamo all’interno dei nostri spazi domestici o lavorativi, è necessario insonorizzare le pareti, i pavimenti, i soffitti e gli alloggiamenti degli impianti. Solo in questo modo è possibile raggiungere un ottimo comfort ambientale.

Affidarsi a degli specialisti del settore, come il team di CL Coperture, significa assicurarsi un risultato eccellente con interventi svolti nel rispetto della normativa vigente e con l’utilizzo di materiali dalle alte prestazioni. Occuparsi di insonorizzazione residenziale e industriale, infatti, richiede anni di esperienza pratica di cantiere e la conoscenza di materie complesse, come la propagazione delle onde sonore.

Solo attraverso uno studio attento dell’ambiente è possibile scegliere le soluzioni migliori per l’isolamento acustico e quindi i materiali fonoassorbenti e fonoisolanti più adatti.

Insonorizzare casa: differenza tra materiali fonoassorbenti e fonoisolanti

I materiali fonoassorbenti assorbono completamente l’energia sonora e vengono utilizzati per migliorare la qualità acustica negli spazi interni, mentre quelli fonoisolanti impediscono che il rumore si diffonda rimanendo all’interno dell’ambiente in cui è prodotto.

Generalmente, le prestazioni di isolamento acustico migliori si ottengono combinando materiali fonoassorbenti e fonoisolanti.

Come scegliere il materiale isolante migliore

Per scegliere il materiale isolante migliore per l’insonorizzazione ambientale è importante prendere in considerazione la tipologia costruttiva dell’edificio, dove è ubicato e quali sono i rumori che si vogliono isolare o da cui ci si vuole isolare. Oltre a questi fattori, è fondamentale tenere conto del tempo di riverberazione del materiale – maggiore è il tempo più lunga è l’eco – e il coefficiente di assorbimento del materiale, il cui valore è compreso tra 0 e 1, dove più si avvicina a uno maggiore è il potere fonoassorbente.

Vediamo quali sono i materiali fonoassorbenti e fonoisolanti presenti in commercio:

Materiali isolanti in fibra minerale

I materiali fonoassorbenti in fibra minerale sono materiali porosi e, proprio grazie a questa struttura, assorbono l’energia sonora e la trasformano in calore. In commercio sono presenti sottoforma di pannelli, rotoli e materassini. Garantiscono ottime prestazioni di isolamento acustico e termico, con il vantaggio di essere economici, traspiranti, ignifughi e resistenti alle muffe. Sono indicati per l’isolamento acustico delle pareti perimetrali e di quelle confinanti con altri ambienti.

Materiali isolanti sintetici

I materiali isolanti sintetici derivano dalla lavorazione del petrolio. Rientrano in questa categoria il polistirene e il poliuretano espanso. Sono molto efficaci se usati in abbinamento con altri isolanti e garantiscono alte prestazioni se applicati nelle intercapedini. Inoltre, sono facili da posare e hanno un costo relativamente molto basso.

Materiali isolanti vegetali

Come i materiali in fibra minerale, quelli vegetali si presentano porosi e fibrosi. Fanno parte di questa categoria il sughero, le fibre di legno, la lana, il linoleum, la canapa, la juta e la fibra di cocco. Questi prodotti garantiscono un ottimo isolamento acustico e termico, sono traspiranti, resistenti alla muffa e all’umidità e completamente biodegradabili.

CL Coperture ha scelto di utilizzare materiali in fibra minerale e materiali sintetici per gli interventi di isolamento acustico su pareti, pavimenti, soffitti, tetti e impianti proponendo

  • pannelli in polistirene espanso o estruso in vari spessori
  • pannelli in poliuretano espanso in vari spessori
  • materassino in lana di vetro trattato con resine termoindurenti e applicato con supporto carta catramata in spessore da 50 mm a oltre 160 mm

A seconda delle specifiche esigenze dell’edificio e del cliente, sceglie la soluzione in grado di offrire le migliori prestazioni in termini di insonorizzazione.

Comments are closed.