Installazione cappotto termico con detrazione risparmio energetico

L’installazione di un cappotto termico è consigliata per chi vuole ottimizzare l’isolamento termico ed acustico della casa.

Installazione del cappotto termico esterno

L’installazione del cappotto termico esterno consiste nella posa di una serie di strati isolanti al fine di risparmiare energia, mantenendo alte le temperature interne durante l’inverno e, viceversa, impedendo al calore dei raggi esterni di invadere gli spazi abitativi in estate. Un altro dei vantaggi dell’installazione del cappotto termico esterno è il fatto che la casa aumenterà il suo valore nel mercato immobiliare. Inoltre aiuta a prevenire danni e crepe alle pareti esterne, evita l’insorgere di muffa e riduce i ponti termici ovvero le zone fredde causate dalle discontinuità costruttive. Per l’installazione del cappotto termico esterno sono utilizzati materiali sintetici e naturali/minerali. I primi sono perlopiù polistirene espanso o estruso ed il pvc, che presentano costi notevolmente inferiori rispetto a quelli naturali. Questi ultimi, invece, consistono in pannelli di fibra di vetro o di legno, lana di roccia e sughero e consentono anche un ottimo isolamento acustico.

La detrazione fiscale per il cappotto termico

Un altro valido motivo per cui eseguire questi lavori è l’accesso alla detrazione fiscale per il cappotto termico. Tali interventi, infatti, rientrano negli incentivi Ecobonus – per le spese sostenute per migliorare l’efficienza energetica di un edificio – e Bonus Ristrutturazioni edilizia previsti con la Legge di Bilancio 2020. Ad essi si aggiunge quest’anno anche il cosiddetto Bonus Facciate sul recupero ed il restauro delle facciate esterne. L’Ecobonus consiste in uno sconto che varia dal 50% sino al 65% se gli interventi vengono svolti su singole unità immobiliari e dal 65% all’85% per lavori sulle parti comuni dei condomini per un tetto massimo di spesa pari a 100 mila euro. Il Bonus Ristrutturazioni, invece, è una detrazione 50% sul cappotto termico fino ad un massimo di 96 mila euro.

Il cappotto termico e la detrazione fiscale con il Decreto Rilancio

A seguito dell’emergenza Coronavirus è stato varato il Decreto Rilancio, riguardante anch’esso il cappotto termico e la detrazione fiscale. Al suo interno è previsto il Superbonus del 110% per le spese di riqualificazione energetica da sostenersi tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2020. La spesa massima ammissibile per usufruire della detrazione per il cappotto è di 60 mila euro. Una novità per favorire tali lavori è l’introduzione della possibilità di usufruire della cessione del credito o dello sconto in fattura per evitare di pagare immediatamente il corrispettivo dovuto. Sarà poi facoltà delle imprese decidere se recuperare direttamente questo credito d’imposta oppure cederlo ad un altro soggetto come ad esempio una banca.

 

Comments are closed.